Hobbiton: l’intervista

Alcuni post fa raccontavo della mia presenza alla manifestazione Hobbiton di Montefiorino (Modena).

In quell’occasione sono stato intervistato all’improvviso da due signori gentilissimi… ed ecco qua il video:

Dal minuto 7:40 circa spiego chi siamo e come funziona uno dei giochi che presentiamo (Sì, Oscuro Signore!); non so se si nota ma ero imbarazzatissimo!

Oltretutto sono poco prima dell’intervista a Valerio Massimo Manfredi, per me è un grandissimo onore!

Annunci

Roulette Russa

So benissimo che scrivere questo post non cambierà nulla, è solo un mio amarissimo sfogo; chi mi conosce sa che non mi lamento a prescindere ma per esperienze vissute.

L’ultimo viaggio in treno per andare a trovare Valeria a Venezia era finito così… ma io sono scemo e ho voluto dare alle nostre ferrovie un’altra opportunità; così ora che la destinazione è cambiata in Bologna e non volendo spendere ad ogni viaggio 60€ tra Diesel e Telepass mi sono informato sui treni Bergamo-Bologna.

Comincia così un’epopea mistica sul sito Trenitalia tra treni che compaiono, scompaiono (Ma questo non c’era ieri… e che fine a fatto quello che volevo prendere io?) e l’eterna indecisione tra i regionali e Italo.

Non ho moltissima scelta quindi acquisto i biglietti per una delle poche opzioni, anche se è un po’ rischiosa: ho solo sei minuti di tempo per effettuare uno dei cambi, quindi il minimo ritardo significherebbe un pesante ritardo sulla tabella di marcia.

Starete sicuramente pensando:
Eccolo lì, ci ha provato e ha perso il cambio.

No. Non sono nemmeno partito, dato che il primo treno della lista è stato
C A N C E L L A T O
senza nessuna spiegazione e nessuna soluzione alternativa.

Ma perchè è stato cancellato?
… e chi lo sa?
Ma c’è un treno o un pullman alternativo?
… e chi lo sa?
E tutti i cambi che dovevo fare già prenotati?
… cavoli tuoi.

Già, cavoli miei; lo so, avevo mille possibilità, dal provare ad aspettare all’arrivare in qualche modo al cambio successivo.

Ma valeva la pena sapendo che sarebbe potuto di nuovo succedere con qualsiasi treno successivo, quando meno te lo aspetti?

Sono tornato a casa e ho preso la macchina. ‘Fan***o ai treni.

Sapevo che viaggiare sulle nostre ferrovie sarebbe stato una roulette russa.
Solo non mi aspettavo di cadere al primo colpo.

Hobbiton XX

Questo fine settimana ho avuto il piacere di partecipare allo svolgimento della ventisima edizione di Hobbiton, l’annuale manifestazione della Società Tolkeniana Italiana (STI).
Noi de La Torre d’Avorio abbiamo avuto il piacere di ospitare ai nostri tavoli da gioco persone di tutte le età provenienti da tutta Italia (molti da Veneto, Lombardia, Toscana, Lazio, Emilia, Campania e Sicilia) per cui posso assicurarvi che l’esperienza è stata più che positiva, grazie anche alla buona compagnia dei soci Torre (Camillo e Monfa) e degli amici de La Compagnia dei Viaggiatori in Arme.

Voglio però porre l’attenzione su tre note interessanti:

  • Valerio Massimo Manfredi (scrittore e archeologo) durante la sua piccola conferenza “Il fantastico nel mondo antico” afferma (neanche troppo velatamente) che la Bibbia è un capolavoro della letteratura fantastica al pari di Gilgamesh, Iliade e Odissea (Quest’uomo è un mito!); notando alcune facce stupite tra il pubblico se n’è uscito con “Tanto lo dice anche il Papa…” (EH? 0.o)
  • Le Battute da Taverna (Fantasy) che sono volate durante la manifestazione, soprattutto tra gli staff di rievocazione (Esempio: “I mezz’elfi sono la dimostrazione che non tutte le elfe si accontentano solo della punta”)
  • Il mitico Uruk-Hai che ha vinto la gara Cosplay: costume, armi e trucco realizzati da solo, tutto veramente perfetto; parlava in vicentino. Un Huruk che parlava pesantemente in vicentino. Un mito.